Crespelle di salmone e ricotta

Crespelle per 10 persone, ingredienti:

– 100 gr farina tipo 00
– 4 uova medie intere
– 250 ml latte
– sale quanto basta
– una spruzzata di pepe
– una spruzzata di noce moscata
– una noce di burro per ungere e spennellare

Farcitura:

– 200 gr salmone affumicato a fettine
– 200 gr ricotta di latte vaccino
– 200 gr besciamella ( Qui la ricetta per la besciamella light )
– 4 cucchiai parmigiano
– una spruzzata di pepe
– parmigiano per gratinare

 Preparazione:

133Unire le uova (intere) al sale, la noce moscata e il pepe, sbattere fino a quando non si sarà ottenuto un composto liquido. Aggiungere la farina con un setaccio mescolando bene per evitare grumi. Un po’ per volta aggiungere il latte.
Ungere una padella da crepe, o una qualsiasi padella piatta e antiaderente. Fare scaldare bene a fiamma media. Versare il liquido e fare cuocere. La crespella è cotta quando i bordi si staccano dalle pareti da soli.

Stemperare la ricotta con un cucchiaio di besciamella in una boule  fino a quando non sarà perfettamente liscia.
Unire la restante besciamella, il pepe, mescolare bene per rendere il composto omogeneo.
Su metà di ogni crespella spalmare bene il composto e unire le fettine di salmone tagliate a pezzetti.
Quindi piegare la crespella sovrapponendo la metà vuota a quella farcita, piegare ancora in due creando un triangolo.

In una placca precedentemente passata con il burro posare le crespelle e spolverare di parmigiano. Informare a circa 200 gradi fino a quando le crespelle non saranno dorate.

Note: le crespelle sono state uno dei primi piatti preparati a scuola. Infatti una delle prime lezioni pratiche di cucina avevamo preparato le crespelle ricotta e spinaci fatte a cannelloni cotte al forno. Dopo un anno passato a sbucciare patate, studiare basi, salse, attrezzature e teoria ci siamo cimentati in questo piatto. Da li poi fu un menu’ completo ogni settimana nelle lezioni di laboratorio di cucina. Erano gli anni 90 quando frequentavo l’alberghiero. Però certe ricette, magari modificate e servite in veste differente sono sempre attuali.  

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *